Castellina Marittima

Sequestrate a Montecristo trappole pesca

Alcuni 'cannizzi', ovvero trappole da pesca vietate, sono stati individuati e sequestrati in mare dalla guardia costiera di Portoferraio (Livorno) nelle acque dell'isola di Montecristo. I rudimentali dispositivi da pesca rimossi, che secondo la capitaneria potrebbero essere stati posizionati da pescatori non professionisti, erano costituiti da foglie di palma, diversi contenitori in plastica di varia forma e dimensioni oltre ad alcuni sacchi sempre in materia plastica. Tali sistemi sono vietati dalla normativa a tutela della risorsa ittica e dell'ecosistema marino perché costituiscono una subdola trappola per i pesci, che vengono attirati in superficie per effetto dell'ombra creata, e poi catturati con reti collegate tramite cime. I 'cannizzi' sono stati dunque rimossi anche per evitare pericoli per la sicurezza della navigazione.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie